Panissa missionaria… – 16 giugno 2018 ore 19 in Seminario

articolo del Corriere Eusebiano sull’iniziativa – sabato 26 maggio 2018

Posted in News Vercelli | Leave a comment

Solennità del Corpus Domini ad Inhassoro

 

 

"Oggi è venuto il rettore del seminario minore, padre Jorge Malusane a celebrare la s. Messa per la festa del Corpus Domini
Poi si è realizzata la processione per le vie di Inhassoro".

 

 

Don Pio Bono in questi giorni è rientrato a Cigliano per un breve periodo di riposo e di "manutenzione", come dice lui sorridendo, e quindi ecco spiegate le parole con cui Caterina Fassio accompagna le fotografie della processione del Corpus Domini guidata appunto dal rettore del seminario minore della diocesi di Inhambane padre Jorge Malusane.

Posted in News Vercelli | Leave a comment

Consiglio di Istituto in Mozambico


"Oggi dalle 8 alle 13.15 si è realizzato il consiglio di istituto con i rappresentanti dei docenti, studenti, genitori e della società civile e con la direzione della scuola.
È stato un incontro proficuo in cui si è presentata la relazione finanziaria del 2017 e le proposte per il 2018, ma soprattutto si sono presentati le azioni realizzate e le nuove sfide che la riforma della scuola tecnica ci impone.
Si è discusso dell’educazione e delle difficoltà che professori e studenti affrontano e insieme si sono cercate strategie…
È bello vedere come i genitori, i membri della società civile sentono la scuola come parte importante della comunità.
Si è menzionato molto il ruolo delle Acli, di Ipsia, del progetto Mondo Mlal, dei benefattori e della Parrocchia che insieme creano una delle possibilità per una scuola di qualità".

I nostri lettori più attenti avranno riconosciuto lo stile whattsapp di Caterina Fassio che ci tiene costantemente informati sulla vita nella missione di Inhassoro, consentendoci di sentirci tutti un po’ partecipi di quella vita con tutta la sua ricchezza ed i molteplici stimoli. Grazie a tutti gli amici di Inhassoro e buon lavoro.

Posted in News Vercelli | Leave a comment

Stili di vita

 

La tradizione degli incontri tra i centri missionari diocesani di Vercelli, Biella e Novara è continuata nella serata di giovedì 17 maggio 2018. Il tema era impegnativo: stili di vita, alla luce della "laudato sì" di papa Francesco.

Relatore Adriano Sella missionario dalle molteplici esperienze e autore di molte pubblicazioni su questo argomento.

La serata ha avuto il tradizionale sviluppo consistente in un gustoso ed abbondante rinfresco preparato dai giovani dell’Operazione Mato Grosso durante il quale i partecipanti hanno fraternizzato e scambiato riflessioni ed esperienze.

La conferenza è stata interessante e stimolante su più fronti. Il canovaccio del discorso è una illustrazione e documentazione dell’enciclica papale. La vastità del discorso è impressionante esattamente perchè impressionanti sono i problemi da cui papa Francesco prende spunto.

Ma proprio per non lasciarsi sommergere dalla vastità e dalla complessità delle urgenze il conferenziere propone un percorso legato alla quotidianità, perchè la soluzione dei problemi non potrà passare che per la vita quotidiana delle persone che, ciascuno secondo le proprie capacità, possibilità ed opportunità, troverà la via per cambiare i propri stili di vita.

La quotidianità parte dal risveglio e da un primo contatto coll’acqua, bene sempre più prezioso ed in pericolo… segue un buon caffè, i produttori del quale non sono rimunerati in modo sufficiente a farli uscire dalla povertà… bevendo il caffè magari controlliamo la messaggistica sullo smartphone ed ecco che compaiono le aberranti miniere di coltan nel Congo ma la speranza non muore grazie a notizie su un cellulare ecologico ed etico.

E proprio in questo senso, della speranza che non si scoraggia mai, si è mossa la parte finale della conferenza e del dibattito conclusivo: il creato è opera di un Padre buono che il settimo giorno si è fermato a contemplare il creato che era ed è "buono". Ai suoi figli riscoprirlo e lavorarci affinchè le cose rimangano nell’ambito del disegno divino. Nel dibattito sono emersi spunti operativi, in cui da una parte si sottolinea che per un verso dobbiamo recuperare una sobrietà che solo ritroviamo nei valori culturali tradizionali (nessuna cultura esclusa), ma non possiamo esimerci dal portare avanti ogni possibile ricerca scientifica, economica, sociale ed etica che abbia veramente a che fare con i versetti 28-30 del capitolo 1 della Genesi  quel "riempite la terra e soggiogatela" che mai deve ridursi ad un consumismo acritico ed eterodiretto, ad un egoismo cieco e di corto respiro, ad una progettazione economica che rischia di distruggere il suo "campo d’azione", la terra appunto, ed i suoi "attori ed operatori" il genere umano nella sua completezza, complessità e ricchezza.

ecco alcuni link per recuperare notizie sull’autore e sulle sue opere:

 

contemplazionemissione.org/chi-siamo/

http://it.cathopedia.org/wiki/Adriano_Sella

http://www.emi.it/adriano-sella

http://www.edizionisanpaolo.it/autore/adriano-sella.aspx

 

altri link per entrare in alcuni degli argomenti trattati in conferenza:

 

https://www.tuttoandroid.net/news/sviluppo-fairphone-3-presentazione-2018-476903/

https://www.lifegate.it/persone/stile-di-vita/presente-passato-futuro-moda-sostenibile

https://www.blablacar.it/

https://www.automobile.it/magazine/mobilita-sostenibile/come-funziona-car-pooling-1659

 

questo link permette di scaricare la presentazione powerpoint utilizzata dal relatore nella sua conferenza:

formato pdf

formato ppsx

 

 

 

 

 

Posted in News Vercelli | Leave a comment

anche mandarini… negli “orti di Padre Pio”

Padre Pio Bono, nostro sacerdote missionario "fidei donum" in Mozambico, si è sempre definito "un contadino". Detto da lui è chiaramente un tratto di modestia, ma l’affermazione ha un suo valido ancoraggio alla realtà dei fatti che meriterebbe qualche approfondimento al di là delle poche righe di questo articolo.

La notizia nella sua essenzialità riferisce che ad Inhassoro le piante di mandarino hanno dato il loro primo raccolto. Per chi ha visitato quella missione però la notizia evoca anni di lavoro, sperimentazioni, progettazioni, verifiche, sacrifici, successi ed insuccessi. Una vita passata in Africa hanno affinato il contadino che è in don Pio. Gli anni passati a Merti in particolare, dove gli sfidanti erano il deserto e le abitudini degli abitanti che erano da generazioni pastori, hanno abituato don Pio a cercare soluzioni anche là dove sembra non essercene. Anche la sabbia di Inhassoro non è molto incoraggiante al di là delle colture tradizionali legate comunque a stretta mandata alle piogge o alla siccità. Eppure don Pio raccoglie strame dagli allevatori della zona, un po’ ne produce in proprio con i molti animali da cortile che fa gestire ai giovani dei collegi, non disdegna di riportare terreno da un posto all’altro, ha un interesse gioioso per ogni semente o piantina su cui arrivi a mettere le mani, ha messo a punto un piccolo sistema di irrigazione che cerca di sfidare le siccità ricorrendo a dei pozzi, delle tubature e a delle cisterne (che sembra ispirato a quello delle nostre vigne) … insomma negli orti c’è sempre qualcosa che germina, cresce, matura e viene gioiosamente raccolto. Le zone tropicali sono potenzialmente ricche di ogni ben di Dio, sopra e sotto il suolo, ma non sempre (verrebbe da dire quasi mai), tutti gli elementi, ed in particolare i comportamenti umani, sono tali da permettere il realizzarsi di queste potenzialità meravigliose… L’opera dell’uomo, responsabile e rispettosa, è importante per cogliere le opportunità potenziali in tutta la loro ricchezza, per il bene di tutti  senza creare scompensi per il presente e più ancora per il futuro.

Gli orti di don Pio sono una scuola ed una testimonianza che nutre i ragazzi dei collegi sia fisicamente che intellettualmente e che lentamente sta modificando il contesto agricolo ed economico tradizionale.

Nella grande scuola tecnica "Estrela do mar" non c’è ancora una sezione di agronomia ma in effetti non ce n’è bisogno, la scuola c’è già, è aperta a tutti, per tutto l’anno, tutti i giorni e a tutte le ore e… riserva sempre nuove sorprese.

Posted in News Vercelli | Leave a comment