Incontro dei volontari del Centro Missionario con mons Ireri vescovo di Isiolo

Incontro con mons. Ireri vescovo di Isiolo

 

Lo scorso giovedì 29 settembre si è tenuta presso l’Ufficio del Centro Missionario una riunione dei volontari del CM con mons Irery vescovo di Isiolo. Argomento della riunione un’analisi prospettica delle varie iniziative che collegano il Centro colla Diocesi Africana.
Le molteplici iniziative nel campo educativo del Vicariato di Isiolo hanno nel sistema delle adozioni o sostegno a distanza gestito dal Centro vercellese la loro principale fonte di sostegno. Il sistema attraversa al momento qualche difficoltà per 2 motivi principali:
– l’attuale crisi economica che attanaglia gran parte delle famiglie italiane
– il fatto che le presenze vercellesi e le relative testimonianze si siano diradate rispetto ai tempi dell’impianto dello stesso sistema delle adozioni.
In merito al secondo punto, l’unico sul quale i partecipanti possano progettare forme di impegno ed intervento, negli ultimi tempi si è messo sotto la lente il problema della tempestività e completezza delle informazioni dovute agli sponsor e si sono prese iniziative in merito. Nel Vicariato africano è stato creato un apposito ufficio che segue i ragazzi sponsorizzati, si sono aggiornate tecnicamente le attrezzature necessarie e soprattutto motivate e aggiornate le persone che vi si dedicano.  A Vercelli, in occasione dell’ottobre missionario e soprattutto nella prossima quaresima di fraternità dovrà essere messa in atto una campagna di sensibilizzazione volta a raccogliere,  promuovere e motivare nuove adesioni al sistema del sostegno a distanza.
Dopo anni di funzionamento del sistema delle adozioni, si stanno ovviamente moltiplicando, a testimonianza che il sistema funziona, le frequenze di alcuni ragazzi adottati all’università. Dati gli alti costi in Kenya per questo tipo di scuola si è ravvisata la necessità di intervenire anche a livello del fondo "borse di studio", che già esiste ma che dovrà trovare nuove opportunità di crescita e di sviluppo.
Mons Irery ha invitato anche l’Ufficio Missionario a farsi promotore presso il clero vercellese di una campagna di solidarietà tra clero eusebiano e clero africano. In particolare nel vicariato di Isiolo operano in tutto 12 sacerdoti africani che non hanno praticamente sostegno economico alcuno.
Nei progetti del Vicariato ci sono attualmente le ristrutturazioni di alcuni degli edifici scolastici costruiti negli anni 70-80 del secolo scorso. In merito a questi lavori il vicariato si sta muovendo con metodo e modularità anche se un’indicazione sulla spesa globale di circa 200.000€  è già possibile.
Altra grossa iniziativa, che coronerebbe un sogno di mons Luigi Locati rimasto fino ad oggi irrealizzato, è quello di un ospedale specializzato nell’accompagnamento della maternità. La struttura è stata realizzata da un’ong  Canadese. Attualmente si sta mettendo in piedi un sistema di gestione del servizio che cerca di coinvolgere anche le strutture governative, pur restando la struttura sotto la diretta responsabilità della parrocchia di Isiolo. Momenti di volontariato e di partecipazione a questa realtà sono proposti al mondo medico vercellese che sempre è stato sensibile e generoso nei confronti delle missioni.

 

Alcune istantanee dei lavori di ristrutturazione delle scuole

About the author: Gianmario