la Chiesa di Isiolo celebra i suoi cinquant’anni

Grande ricorrenza in Isiolo

si celebra il 50o dalla fondazione della Missione e della Comunità Cristiana

a cinquant’anni dall’inizio della missione ad Isiolo, divenuta nel frattempo Vicariato Apostolico, grandi celebrazioni per la comunità cristiana: in particolare il 3 agosto si è tenuta una grande celebrazione nella cattedrale in cui sono stati ordinati due nuovi sacerdoti e due diaconi. Ospiti d’onore della celebrazione i due missionari vercellesi che hanno affiancato il defunto mons. Locati nella fondazione della missione di Isiolo: don Pio Bono attualmente missionario in Mozambico nella parrocchia di sant’Eusebio di Inhassoro e don Franco Givone parroco di Gattinara e direttore del nostro Ufficio Missionario.

 
   
  

Don Franco, che ha raggiunto Isiolo dal Mozambico in compagnia di don Pio, ha scritto per noi queste righe:

1964 – 2014. Cinquanta anni di fede. 

Questo è lo slogan che campeggia a caratteri cubitali e dà il benvenuto a chi entra nella cattedrale di Isiolo in Kenya. Cinquanta anni sono passati da quando don Luigi Locati, giovane sacerdote “Fidei Donum” della diocesi di Vercelli, chiede al vescovo di Meru, Mons. Lorenzo Bessone, di trasferirsi ad Isiolo ad iniziare la prima missione cattolica. Da pochi mesi, 12 dicembre 1963, il Kenya aveva ottenuto l’indipendenza dalla Gran Bretagna ed anche la zona sperduta di Isiolo, 25mila kmq. tra savana e deserto, segnata sulle carte militari come “Northern Frontier Districts”, veniva aperta all’opera dei missionari cattolici. Sono dodici i cristiani che don Luigi trova ad Isiolo: “i miei dodici apostoli con i quali abbiamo fondato la prima chiesa”. Nel passare degli anni, tanti sono stati i collaboratori di don Luigi partiti da Vercelli. Le prime furono le suore Figlie di Sant’ Eusebio avvicendate poi dalle Suore di Santa Maria di Loreto. Si sono alternati anche parecchi sacerdoti : don Pio Bono, don Guido Pezzana, don Franco Givone, don Pino Ferrarotti e don Luciano Pasteris.  Anche i laici missionari hanno avuto un grande ruolo ad Isiolo. Ricordiamo il dott. Lino Cossetti, Felice Bagnati e Caterina Fassio.
Elevata a Vicariato Apostolico nel 1995 con Mons. Luigi Locati primo Vescovo – fino alla tragica morte avvenuta il 14 luglio 2005 – la chiesa cattolica di Isiolo nata con i “12 apostoli”, conta ormai più di 35mila fedeli su una popolazione di 130mila abitanti (27,%). Sotto la guida del Vescovo Anthony Ireri Mkobo, i sacerdoti locali sono 18, 11 i religiosi e 45 le suore al servizio di 14 parrocchie in continua espansione.

 

 

 
   
   
   

E’ stata una festa di rendimento di grazie quella che si è celebrata ad Isiolo domenica 3 agosto scorso. Cinque ore di preghiere, canti e tanta gioia. Cinquanta bambini hanno ricevuto il sacramento della Cresima, due coppie di sposi hanno celebrato il loro matrimonio, e sono stati ordinati due diaconi e due sacerdoti. La celebrazione si è poi conclusa con un momento molto emozionante: la benedizione di due lapidi che ricordano colui che ha gettato il primo seme e ha offerto la propria vita per la nascita e la crescita di questa parte del regno di Dio: Mons. Luigi Locati.                           

                                                                      don Franco


 (Per ulteriori notizie su Isiolo, aprire la pagina : Le nostre missioni) 

   
   
   
   
 
 

 

 

About the author: Gianmario