Morte di un missionario

 

Ucciso padre Tentorio nelle Filippine

 

Colpito a morte da un killer nella parrocchia di Arakan il missionario del Pime di 59 anni che era già scampato a un altro agguato. Chi era padre Fausto e perché i missionari del Pime donano la vita per il Vangelo a Mindanao

Il Pime piange un altro suo missionario a Mindanao. Questa mattina nell’isola del Sud delle Filippine è stato ucciso padre Fausto Tentorio, 59 anni, originario del lecchese.

«Padre Fausto – si legge sul blog dei missionari del Pime delle Filippine – è stato assassinato davanti alla sua parrocchia di Arakan, North Cotabato, Mindanao. Verso le 8 del mattino stava salendo sulla sua auto per recarsi a Kidapawan, 60 km dalla missione, per un incontro diocesano, quando un killer con casco in motocicletta si e’ avvicinato e gli sparato diversi colpi. Da oltre 32 anni Fausto lavorava a stretto contatto con gli indigeni del luogo, i Manobos, nella formazione e organizzazione delle loro piccole comunita’ montane. Cercava cosi’ di rispondere alle loro necessita’ e speranze quotidiane, lavoro e scuola, ma ‘rispondere’ voleva anche dire affrontare forze molto potenti interessate piu’ ai beni materiali e interessi personali che a quelli di fratellanza locale e universale. Diversi anni fa era gia’ stato oggetto di minaccia da parte di un gruppo armato appartenente al clan Bagani. In quella occasione fu protetto dagli stessi indigeni Manobos».

 

per vedere la pagina del sito nazionale che ricorda padre Tentorio clikka qui

 

About the author: Gianmario